Area Riservata

ID
password

Il mio Carrello

il tuo carrello è vuoto
merce...................... 0,00
totale....................... 0,00

babette - vini

[Sardegna] Argiolas - Turriga 2002

Colore: rosso rubino spento, dato l'invecchiamento, ma intenso,Profumo: vinoso, particolarmente nell'eleganza della sua costituzione, ormai evoluta e nell'associazione ai profumi conseguiti con l'elevazione in barriques nuove,Sapore: rotondo, grasso, con struttura personalizzata e molto gustoso.
COMPOSIZIONE DEL SUOLO: Calcareo medio, un po' ciottoloso e sassoso, con scheletro particolarmente adatto alla viticoltura di qualita'. Si riscontra anche qualche strato roccioso che si e' disgregato col tempo in epoche antiche.
CLIMA: Tipicamente mediterraneo. Con inverni miti, precipitazioni limitate ed estati molto calde e ventilate.
VENDEMMIA: Viene effettuata manualmente alle prime ore del mattino da personale specializzato, il quale opera gia' nel vigneto una severa cernita delle uve.
Abbinamento:
Arrosti, stufati, selvaggina, fonduta, formaggi a pasta dura stagionati.
Vinificazione:
Data la ricchezza e il clima caldo di vendemmia, l'impiego del fresco viene attuato subito dopo la pigiadiraspatura, in modo da predisporre il mosto con la vinaccia, ancora prima del debutto fermentativo, ad un processo equilibrato di trasformazione degli zuccheri e di macerazione della buccia. Non vengono impiegati lieviti selezionati, ma si condiziona bene il clima di vinificazione, per favorire l'azione dei fermenti autoctoni. La macerazione dura circa 16-18 giorni e, verso la fine, il regime termico si porta a 22 - 23 C per evitare troppa cessione polifenolica e l'insorgere di fermentazioni eterolattiche. L'evoluzione dell'acido malico avviene subito dopo la vinificazione.
Maturazione:
Appena ultimate le così dette "fermentazioni di finissaggio", che avvengono subito dopo la malolattica, il vino viene passato in barriques nuove di quercia francese Troncais e Allier) per circa 18 mesi, durante i quali vengono praticati tretravasi e un collaggio. Dopo l'invecchiamento in legno si effettua l'immediato passaggio in bottiglia, per favorire lo sviluppo del bouquet. I suoi tannini nobili, presenti in abbondanza, sono ben fusi con le altre sostanze estrattive e giustamente polimerizzati.
Informazioni su Argiolas
La famiglia Argiolas si occupa di viticoltura da quando Francesco, padre di Antonio, impianto', nel 1918, il primo vigneto con l'aiuto dei prigionieri di guerra. E' con Antonio che inizia la grande avventura nel mondo del vino. Uomo di ingegno ed eclettico, impegnato nelle attivita' agricole, principalmente nella viticoltura e nella olivicoltura, nel commercio dei suoi prodotti,destina tutti i suoi guadagni all'acquisto di nuove fattorie con l'obbiettivo di creare un'efficiente e moderna azienda vitivinicola. Quando, alla fine degli anni settanta, la politica comunitaria di invito agli espianti non lascia indifferente la maggior parte dei viticultori che, attratti da un immediato sostegno economico, riducono o addirittura cancellano la superfici vitate, i figli Franco e Giuseppe fanno una scelta coraggiosa: con una serie di grossi investimenti economici e interventi graduali danno inizio ad una riqualificazione complessiva della filiera produttiva. Procedono quindi alla ristrutturazione dei vigneti e della cantina e chiamano a collaborare uno dei padri dell'enologia nazionale, Giacomo Tachis, affiancato dall'impegno costante dell'enologo Mariano Murru. Attualmente in azienda sono presenti e operano tre generazioni : il patriarca Antonio, i due figli e i nipoti.
cod. 002003

“Argiolas - Turriga 2002„

€ 52,50   I.V.A. incl.  
► aggiungi al carrello

Rivenditori

Richiesta di Accesso Riservato

Per richiedere e ottenere un account di servizio, e l'accesso a un'area riservata, telefona al numero (+39) 0812399212.